Sia che vengano usati per la correzione della vista, sia che servano alla protezione degli occhi, gli occhiali sono oggigiorno diventati degli articoli di bigiotteria.

Gli ottici e le ottiche sono le persone di riferimento per problemi visivi non medici, per la consulenza sugli occhiali e per la scelta delle lenti. Essi devono comprendere le indicazioni prescritte dagli optometristi e dai medici oculisti e garantire una consulenza professionale alla clientela.

Essi sono in costante contatto con i clienti, con gli optometristi, con i medici oculisti nonché con i fornitori e prestano la loro assistenza su aspetti tecnologici, medici oppure legati alla moda.

In primo piano figura la consulenza e la vendita di occhiali, lenti a contatto e altri prodotti commerciali. Tali attività richiedono spiccate capacità comunicative ed elevate competenze professionali. Gli ottici conoscono le caratteristiche e i campi d’applicazione delle lenti a contatto in uso e dei prodotti per la cura delle stesse e assicurano la loro relativa ordinazione presso i fornitori.

‚Äč

Dopo il tirocinio di 4 anni, per l'ottico con diploma di maturità professionale tecnica si apre un nuovo orizzonte, ovvero quello della formazione superiore (SUP).
La durata della scuola è di tre anni a tempo pieno, presso la Scuola Superiore Svizzera di Ottica a Olten.
Durante la formazione la priorità viene data alle materie legate alla medicina (quali l'anatomia, la fisiologia e la patologia dell'occhio), alla fisica(optometria con studio della refrazione), alla contattologia, nonché all'economia aziendale.
Con gli studi superiori gli ottici sono abilitati ad eseguire esami della vista con screening visivo e applicazione di lenti a contatto.
L'esame professionale superiore permette di conseguire il titolo di Ottico/a diplomato/a e Optometrista.

VICARI-LOGOSCRITTA-181019.png